accordi cromatici (Itten, 2)

ACCORDI CROMATICI

itten II ITTEN COLORI ORIGINALI

 Per “accordo cromatico” si intende l’accostamento di più colori in base alla loro relazioni oggettive, che valgono anche come principio fondamentale della composizione cromatica. Poiché è impossibile esemplificare tutti gli accordi immaginabili, parleremo solo dei rapporti armonici.

Gli accordi cromatici possono comporsi con due, tre, quattro e più colori. Si parlerà allora di accordi a due, a a tre, a quattro, a sei…

Accordi a due

Nel disco 12 parte due colori diametralmente opposti sono complementari. E si formano un accordo a due armonico: ad esempio rosso-verde, blu-arancio, giallo-viola. Servendosi della sfera cromatica, si può ottenere un numero quasi infinito di accordi armonici al due, all’unica condizione che i due colori si trovi nella posizione simmetrica rispetto al centro. Cioè, usando un rosso schiarito, bisognerà oscurare di pari misura il verde a esso corrispondente.

Accordi a tre

Se nel disco a 12 parti si scelgono tre colori, disposti secondo uno schema triangolo equilatero, essi costituiscono un accordo armonico.

Il più tipico è rigoroso di questi accordi a tre, e quello giallo-rosso-blu, che potrebbe essere definito perciò fondamentale. Anche i colori secondari arancio-viola-verde danno luogo a un accordo forte e caratteristico.

E così si impongono gli accordi giallo-arancio-rosso-viola-blu-verde o rosso-arancio-blu-viola-giallo-verde, che hanno anch’essi una posizione simmetrica sul disco schematizzabile in forma di triangolo equilatero.

Se nell’accordo complementare giallo-viola, sostituiamo uno dei colori con i suoi contigui, cioè il giallo col blu viola e rosso viola, oppure il viola col giallo verde e il giallo arancio, avremo sempre un accordo a tre armonico. Lo schema grafico che lo rappresenta resta un triangolo ma questa volta isoscele. Questi due schemi, il triangolo equilatero isoscele, si possono immaginare inscritti entro la sfera dei colori e fatti ruotare a piacere. Quando i punti di intersezione delle bisettrici dei loro lati cadono al centro della sfera, i tre colori indicati dagli angoli formano accordi armonici altri. Due casi limite si hanno quando un vertice del triangolo cade sul bianco ho sul nero. Se si tratta di un triangolo equilatero, gli altri due vertici cadono sul primo grado oscuro di una coppia di complementari. Si produce allora un accordo come il seguente: bianco-arancio scuro-verde-blu scuro oppure nero-arancio chiaro verde-blu chiaro. La presenza del bianco il nero da il massimo rilievo contrasto chiaroscurale.

Accordi a quattro

Scegliendo sul disco 12 parti due copie di complementari collegati fra loro da linee rette perpendicolari, formati formanti un quadrato, si ottengono i seguenti accordi a quattro:

  • giallo-rosso<> arancio-viola<>blu-viola
  • giallo-arancio<>rosso-blu<>viola-verde
  • arancio-giallo<>viola-blu<>giallo-verde

Se le linee, che collegano due copie di complementari, formano un rettangolo, si ottengono questi due accordi a quattro:

  • giallo-verde <> giallo-arancio
  • rosso-viola <> blu-viola
  • giallo-arancio <> viola-blu

Un altro schema grafico che individua accordi a quattro armonici è il trapezio: indicante due colori contigui, da un lato, e due colori adiacenti ai loro complementari, dall’altro. Gli accordi così formati tendono ad alternarsi simultaneamente, sebbene siano armonici. Combinati danno un grigio-nerastro.

armonici-a-quattro

Gli accordi a sei possono venire individuati in due modi. Si può iscrivere nel disco  cromatico a dodici parti un esagono al posto del triangolo o del quadrato ottenendo così tre coppie di complementari, che si possono collegare in due accordi:

  • giallo-arancio <> rosso-viola <> blu-verde
  • giallo-arancio <> rosso-arancio <> rosso-viola
  • blu-viola <> blu-verde <> giallo-verde

Oppure si può far ruotare l’esagono entro la sfera cromatica. I toni di colore chiari o scuri così ottenuti producono interessanti accordi cromatici.

Annunci

Informazioni su vincegargiulo

Nato a Napoli dove ho studiato arte. Insegno grafica e fotografia nella scuola statale. I miei interessi spaziano dalla comunicazione visiva alla filosofia, fotografia, cinema ...
Questa voce è stata pubblicata in accademia, appunti, Esercitazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Benvenuti su Classroom_news!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...