Le immagini video e la televisione

I video nascono con l’introduzione dei sistemi di registrazione su videotape (nastri magnetici del tutto simili a quelli utilizzati nella registrazione audio analogica) delle immagini elettroniche prodotte dalle videocamere e si sviluppa fortemente con l’era digitale e la produzione di apparecchiature molto più compatte, via via sempre più economiche e facili da utilizzare.

4

Video cassetta VHS (analogica) e Digital8, standard digitale della Sony transizione verso i sistemi di archiviazione ottici e allo stato solido utilizzati attualmente.

3

Video camera professionale degli anni ’80

2

Video camera VHS degli anni ’90


A partire dagli anni ’20 iniziarono le sperimentazioni per la ripresa di immagini “televisive”. Questo sviluppo tecnologico era in qualche modo implicito nella radiofonia, di cui la televisione rappresenta una espansione. In Italia nel 1929 vi furono le prime prove negli studi dell’EIAR (che nel dopoguerra diventerà la RAI, Radiotelevisione Italiana). Nel 1936, alle Olimpiadi di Berlino, vennero effettuate delle riprese televisive a 180 righe di risoluzione, con una scansione di 25 quadri al secondo. Già nello stesso 1936 la BBC usava una risoluzione di 405 righe a 25 quadri. In seguito, in Germania, Italia e Francia, si adottatorono risoluzioni tra le 441/455 linee a 25 quadri. Negli USA, qualche anno più tardi, si adottò la risoluzione di 525 righe a 30 quadri (60Hz).
I sistemi si basarono prima con una scansione meccanica, quindi con la scansione elettronica e, nel dopoguerra, si afferma in Europa lo standard a 625 righe e 25 quadri al secondo (50 Hz, interlacciato), consentito dalla tecnologia degli schermi a tubo catodico disponibile al tempo.
La vicenda della televisione segue un percorso del tutto diverso da quello del cinema. Sebbene anche il cinema fosse stato considerato un ottimo mezzo di propaganda politico-ideologica, in specie dai regimi totalitari del tempo, la produzione di immagini televisive, proprio per la sua parentela con la radiofonia, divenne principalmente un mezzo di informazione più che di intrattenimento (come il cinema). Questo fece si che, in breve tempo, il nuovo mezzo di comunicazione divenisse quello che è stato ed è – almeno in parte – ancora oggi: probabilmente il più potente mezzo di formazione dell’opinione pubblica mondiale, soprattutto per i ceti medi e popolari.

monoscopio_rai_60


 

 

Annunci

Informazioni su vincegargiulo

Nato a Napoli dove ho studiato arte. Insegno grafica e fotografia nella scuola statale. I miei interessi spaziano dalla comunicazione visiva alla filosofia, fotografia, cinema ...
Questa voce è stata pubblicata in Esercitazioni. Contrassegna il permalink.

Benvenuti su Classroom_news!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...