Controllo e correzione del colore

Grazie al Metodo HSB, abbiamo compreso che i colori hanno tre attributi fondamentali: Hue = Tinta/Tonalità; Saturation = Saturazione; Brightness = Luminosità.
Un colore avrà una Tonalità: può essere un Rosso, un Azzurro o un Violetto. Con un certo grado di Saturazione e di Luminosità lo stesso colore cambia Valore. Con la Luminosità 0% sarà pari a nero; con Saturazione 0% sarà pari a bianco.


hsb

schermata-2016-11-21-alle-17-22-23

Il Tinta che abbiamo scelto per questa dimostrazione corrisponde a 180° sul cerchio cromatico. Con la Saturazione pari al 0% al variare della Luminosità assumerà un Valore che varia dal nero (B=0%) al bianco (B=100%)

Il Valore di una Tinta è la sua Luminosità combinata al suo grado di Saturazione.
La Temperatura di una Tinta è data dalla presenza di ciano-blu o di giallo-arancio. Maggiore è la presenza di blu, più il colore è freddo; viceversa, la maggior presenza di giallo produce un  colore caldo.

caldo-freddo

Con lo strumento Sfumatura di Illustrator creiamo un gradiente con agli estremi un grigio medio. Verso sinistra inseriamo un Cursore sfumatura giallo-arancio e a destra uno ciano-bluastro.

Nell’esempio, a sinistra il grigio medio sfuma nel giallo assumendo un tono caldo, mentre a destra sfuma nell’azzurro, assumendo una tonalità fredda.


Photoshop offre molti modi per analizzare e gestire il colore. La finestra Selettore colore (primo piano/sfondo) è quelo più immediato e completo.
Dal menù FINESTRA possiamo richiamare le finestre Colore e Campioni, d’uso molto intuitivo anche per il principianate.
Molto più complessa è la gestione del colore in Camera Raw. Qui è pensata espressamente per la correzione e il perfezionamento delle immagini fotografiche, soprattutto a partire da i dati grezzi (raw) prodotti dai sensori delle fotocamere digitali.

Notiamo subito che nella scheda Base (la prima a sinistra nella parte destra della finestra di Camera Raw, sotto l’Istogramma), abbiamo il Bilanciamento del bianco: una operazione che corregge eventuali errori di bilanciamento della ripresa. I cursori Temperatura (blu/giallo) e Tinta (verde/magenta), sono molto simili ai canali *a*b del Metodo L*a*b. Essi ci consentono di controllare accuratamente i due parametri, accordando la Temperatura colore a quella reale (o simulandone una diversa) ed eliminando eventuali dominanti cromatiche grazie al cursore Tinta.
Dopo la scheda Curve, per correzioni più raffinate e selettive abbiamo la scheda HSL/Scala di grigio. Questa seconda opzione ci permette di convertire in “bianco/nero” (scala di grigi) le fotografie, mantenendo il massimo delle informazioni.
HSL è una variante del Metodo HSB. L sta per Luminanza ed è una grandezza fotometrica  misurabile con opportuni strumenti, mentre la luminosità (Brightness) è un fattore legato alla percezione [col diminuire della Luminosità (B) il colore degrada sino ad annullarsi nel nero, mentre col diminuire della Saturazione (S) il colore degrada sino ad annullarsi nel bianco].

Nella foto di esempio abbiamo il giallo del fiore contro il verde dello sfondo. Nel pannello Luminanza si è agito sul cursore dei Gialli, portandolo prima a 0 e poi a 100. Si è fatta la stessa operazione col cursore  dei Verdi, per osservare il risultato.


Il Metodo L*a*b scompone le informazioni dell’immagine in valori di Luminosità e valori di Cromaticità, distribuiti nelle due coppie *a = verde-rosso; *b = azzurro-giallo.  La componente *a controlla il livello di saturazione dei valori cromatici; la componente *b controlla la Temperatura del colore.
In questa foto piuttosto monocromatica – sulle tonalità del verde e del giallo-verde –  possiamo notare come il canale L riporti i valori di luminosità in cui consistono la maggior parte delle informazioni. Il canale *a + L ci informa della forte presenza del verde e della corrispondente assenza del rosso. Il canale *b + L ci mostra la prevalenza di tonalità calde, dovute alla presenza della componente gialla dei verdi.


Nel prossimo esempio, vedremo il Metodo Lab alle prese con un trittico di Nardo di Cione (pittore fiorentino del Trecento) conservato alla National Gallery di Londra.

Nella vista dei canali *a e *b è molto più evidente la presenza dei colori opponenti. In particolare, in *b è fortissima la componente gialla del fondo oro della tavola.


 

Annunci

Informazioni su vincegargiulo

Nato a Napoli dove ho studiato arte. Insegno grafica e fotografia nella scuola statale. I miei interessi spaziano dalla comunicazione visiva alla filosofia, fotografia, cinema ...
Questa voce è stata pubblicata in Esercitazioni, tecnologia dei processi di produzione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Benvenuti su Classroom_news!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...